concorso "tre Ostelli tre Città"

hotel design

concept per un ostello

reception_ostello_interiors_colors
layout funzionale-infografica-proget
infografica_layout_reception
progetto-decorativo-infografica-
infografica-design-hotel-interni
infografica_grafica_
infografica_interior_design_hotel
interior_design_arredamento-interni
interior-design-arredamento-interni
interni-arredamento-interior-design
arredamento-interior-design-interni
interni-design-interior-arredamento
progetto-interni-palette-cromatica
arredamento-interni-interior-design

Il concorso di progettazione di interni “Tre Ostelli Tre Città” poneva l’interessante problematica di definire un sistema di intervento comune per il restyling di tre Ostelli in tre Città diversissime -Firenze, Berlino e Praga- intervenendo sul reale stato di fatto; la proposta progettuale doveva rispondere facilmente a molteplici esigenze funzionali, ed essere attuabile con un budget limitato; infine il progetto doveva essere esteticamente identificabile ma, allo stesso tempo, declinabile a tre contesti storici e culturali differenti.

 Il punto di partenza della mia proposta è stata una riflessione su cosa sia un ostello.

  •  L’Ostello è una casa in una terra straniera: deve mettere l’ospite a proprio agio, accoglierlo in un ambiente ordinato, con chiari punti di riferimento ed offrire spazi ed occasioni di aggregazione.

  • Il soggiorno in Ostello è parte della vacanza: è il punto da cui inizia la scoperta della Città.

       Il progetto di interni è legato al luogo e da esso comincia il racconto della cultura del posto.

  • L’Ostello deve essere in grado di rispondere a tutte le esigenze della sua clientela: l’arredamento versatile deve soddisfare tipologie di camere diverse ed adeguarsi a cambiamenti di utilizzo mantenendo una chiara e definita coerenza formale.

 

La richiesta progettuale era di sviluppare un concept per la Hall dell’Ostello di Berlino, ed un Concept per due camera da letto tipo, una per due ed una per quattro ospiti, per l’Ostello di Firenze.

Il progetto per la Hall dell’Ostello di Berlino è partito da una analisi delle funzioni da inserire in questo spazio e dei percorsi e flussi degli ospiti.

Layout della hall funzionale:

- il bancone reception è il fulcro fisico e visivo dell’ambiente;

- alle altre funzioni sono dedicati spazi satellite facilmente riconoscibili;

- i percorsi distributivi sono segnalati ed immediatamente individuabili.

La molteplicità dei servizi offerti e degli spazi riservati agli ospiti, rende necessaria grande chiarezza nell’organizzazione dei percorsi distributivi, che saranno segnalati con l’applicazione di linoleum colorato sulla pavimentazione esistente, oppure con la realizzazione di campiture colorate alle pareti.

La Reception sarà al centro della Hall: l’inserimento di lampade a sospensione e la definizione di

un’area centrale con l’utilizzo di una pavimentazione diversa (linoleum colorato) permetteranno di individuare immediatamente il bancone reception “cuore della Hall” .

La parete dietro al bancone sarà interpretata in maniera diversa in ciascun Ostello, con un progetto coerente al contesto dimensionale ed architettonico specifico; su di essa, in ogni Hall, ci sarà la scritta al neon “WELCOME” ad accogliere gli ospiti. Nella Hall di Berlino la parete esistente diventerà il fondo di una libreria a giorno che proseguirà in altezza con una “gabbia” in rete metallica bianca; questa, senza togliere luce all’ambiente, farà risaltare lo spazio del bancone e servirà da supporto alla scritta al neon e ad alcune piante rampicanti.

 

Alle diverse funzioni secondarie (zona relax/divanetti, zona caffè/snak, postazioni internet, bancomat, esposizione souvenir) saranno dedicati dei volumi, delineati da tubolari colorati, che definiranno tridimensionalmente degli spazi raccolti per comunicare agli ospiti una sensazione di intimità e di comfort (anche in ambienti dispersivi come la hall dell’ostello di Berlino).

L’utilizzo dei colori consentirà l’immediata identificazione di spazi con funzionalità diverse.

Il progetto decorativo delle camere e della Hall sarà ispirato alla città:

gli elementi di decoro saranno gli stessi nei tre Ostelli, ma i soggetti figurativi si ispireranno alle singole citta; nella Hall ci sarà una parete rivestita con una carta topografica della Città che, oltre ad essere un elemento decorativo caratterizzante della hall, trasformerà i divanetti in un punto di ritrovo e di aggregazione per gli ospiti, che, davanti alla pianta del centro formato extralarge, potranno discutere e confrontare assieme gli itinerari della città.

Il concept proposto per il progetto delle camere si incentra su due punti fondamentali:

  • progetto decorativo ispirato alla città

  • arredamento adattabile e versatile

 

Il letto è l’elemento fondamentale della camera di un ostello; l’ho progettato come un elemento modulare, che può essere utilizzato singolarmente o, combinando due unità, come letto a castello o letto matrimoniale. La testiera del letto è stata pensata come un’elemento funzionale: l’inserimento di punti luce e prese della corrente nelle testiere, insieme all’utilizzo di profili colorati come canaline a soffitto (cui applicare le lampade a sospensione), ridurranno al minimo il numero di tracce necessarie per gli impianti  e renderanno possibile dei cambiamenti di disposizione degli arredi nelle camere a seconda delle necessità.

Il particolare progetto dei letti, elemento fondamentale dell’arredamento dell’Ostello, permetterà di adattare la proposta progettuale alle diverse tipologie di camere, garantendone anche un utilizzo versatile nel tempo.

L’inserimento di una presa di corrente e di un punto luce nella testiera, svincolerà la posizione del letto rispetto a “punti-presa” sulla  parete, assicurando la massima flessibilità alle esigenze future; la testiera si collegherà ad una presa a muro bassa, nascosta dal letto.

Come nella Reception, il progetto decorativo delle camere racconterà la città in maniera evidente.

La palette cromatica ed il tema figurativo si ispireranno alle diverse anime delle tre città:

quella rinascimentale di Firenze, quella avanguardista di Berlino, quella liberty di Praga.

Le  decorazioni circolari saranno delle reinterpretazioni grafiche di elementi simbolo della città e potranno essere eventualmente vendute nella Hall assieme agli altri souvenir.

I tre ostelli raccontano, con lo stesso linguaggio, tre diverse città.

interni in stile nordico per un appartamento a Padova.Un open space luminoso con una palette cromatica di tinte pastello e molti dettagli in legno
Hotel Design:  concept per il concorso " tre Ostelli tre Città" .
Interior design by Alessandra Meacci.
www.alemeacci-design.com
  • Facebook - Black Circle
  • Twitter - Black Circle
  • Google+ - Black Circle
  • YouTube - Black Circle
  • Pinterest - Black Circle
  • Instagram - Black Circle

email : meacci.ale@gmail.com  ;  phone : 0039 3404983510

alessandra meacci  architetto | interior designer | designer          sede : via ghislandi 16/a, abano  terme,  padova            p . i v a   04269740280