pareti attrezzate e dettagli di luce

interni chiari e luminosi 

open space con vista

living-interni-interior-arredamento
interni-living-interior-arredamento
interni-inerior-arredamento-living
villa-progettazione-architettura-casa
arredamento-interni-interior-arredo
cucina-interni-interior-arredamento
interni-interior-divisorio-arredamento
cucina- interni-interior-arredamento
interni-cucina-interior arredamento
scale-interni-interior-arredamento
bagno-interni-interior-arredamento
bagno-interior-interni-arredamento
pareti attrezzate- arredamento- interni-interior
studio-ufficio-interni-interior
camera da letto- interni-cabina armadio-interior

Questa villa a Padova è stata realizzata ristrutturando un fabbricato industriale dismesso da molti anni: ne è nato il progetto di una casa luminosissima, con grandi vetrate che guardano il giardino, spazi ampi e versatili, pareti attrezzate realizzate su misura che consentono di mantenere facilmente l'ordine (nonostante sia l'abitazione di una famiglia con tre ragazzi).


Gli spazi e la disposizione dell'arredo sono studiati su misura in base alle esigenze della famiglia: il risultato è uno spazio versatile e pratico ma al tempo stesso molto elegante, dove predominano i colori chiari e dove l'abbinamento dei diversi materiali ( legno, pietra, dettagli cromati) fa risaltare le diverse soluzioni d'arredo.

La casa nasce dalla ristrutturazione di un edificio industriale ( un vecchio maglificio); il progetto è stato sviluppato in collaborazione con Studio Guerra Architetti.


E' stato necessario recuperare il sedime dell'edifico originario e questo ha influenzato profondamente il progetto architettonico e l'organizzazione degli spazi interni: un lato della villa si affaccia immediatamente sul marciapiede della strada, per cui si è scelto di mantenere questo lato cieco e di rivolgere tutte le aperture a sud-est, facendole guardare al giardino.


Per la progettazione degli interni questo ha significato lavorare da un lato con grandi pareti attrezzate che permettessero di sfruttare al massimo gli spazi di servizio (sul lato senza finestre), e di mantenere la zona living aperta, in maniera che la luce inondasse tutti gli spazi giorno.


La casa è organizzata su due piani, con il soggiorno, la cucina, lo studio e gli spazi di servizio al piano terra; al piano primo c'è la zona notte.


Per il living ho pensato ad un open space dove cucina, zona pranzo e soggiorno si affacciano su un piccolo patio interno: uno ambiente fluido organizzato attorno ad uno spazio centrale, che divide gli ambiti dando a ciascuno intimità e luce.


L'ingresso si apre davanti alla zona pranzo, arredata con un grande tavolo ricavato da una sezione di tronco spazzolata ed oliata, sospesa su gambe in gristallo; dal soffitto scendono 4 lampade pendenti cromate nei toni dell'oro rosa e dell'argento, che creano un accostamento interessante con il legno naturale.
Lo spazio della zona pranzo è individuato volumetricamente da una variazione di altezza del controsoffitto.


A sinistra si sviluppa la zona del soggiorno. Per la parete di fondo  ho pensato ad una boiserie luminosa e all'inserimento di un piccolo giardino interno: volevo che questa parete fosse il fuoco dell'attenzione.
Ho sviluppato il progetto di interni sfruttando due lucernari che illuminano dall'alto una zona verde, e, sulla parete, ho creato un disegno di luce tramite l'inserimento di alcuni faretti che indirizzano dei fasci luminosi.
Dato che le dimensioni del soggiorno sono molto ampie, ho pensato di creare con il verde una quinta "viva" per la libreria a giorno ( modello Air di Lago) dove è inserita la televisione: gli elementi orizzontali sembrano sospesi sullo sfondo delle piante.


Lungo tutta la zona living corre una parete attrezzata realizzata su misura, con dei moduli chiusi da ante in rovere spazzolato e degli sacaffali a vista laccati in grigio antracite, con delle partiture irregolari. Le ante in rovere nascondono le porte di accesso allo studio e ai locali di servizio, mentre sullo schinale degli scaffali sono nascoste le griglie di areazione degli impianti e i pannelli dei quadri elettrici.


La cucina è separata dalla zona pranzo da un setto dove è stato inserito un grande caminetto bifacciale: il fuoco si vede sia dal tavolo da pranzo che dalla penisola della cucina.
Il caminetto ha linee molto minimal: si tratta di una cornice in metallo scuro con un taglio  da cui esce la fiamma.


Il progetto della cucina è stato pensato partendo da una grande isola centrale attrezzata a cui si incastra il tavolo sospeso su una gamba di cristallo.
Attorno a questo blocco centrale in marmo bianco calacatta si sviluppano le pareti attrezzate in legno laccato bianco opaco: da un lato ho posizionato solo colonne e sul lato più lungo ho "scavato" un volume nero ( in corian) dove sono inseriti i fuochi e il lavello.


Per la zona living ho scelto un pavimento in un grande formato in gress effetto cemento in grigio chiaro;  i colori chiari scelti per le finiture sono messi in risalto dal grigio antracite delle scaffalature della parete attrezzata ed illuminati dalla boiserie di luce. L'inserimento delle ante in rovere naturale spazzolato e del piano del tavolo rendono calda ed intima l'atmosfera.


A destra dell'ingresso, davanti alla cucina, si trova una scala di accesso al piano primo con la zona notte.
sulla parete, rivestita con una carta da parati con un disegno astratto nei toni dell'oro, ho pensato ad un gioco di volumi creando un incastro tra i gradini della scala, una fioriera ed una console sospesa in metallo bianco. La parete è illuminata da un taglio di luce a soffitto che esalata la trama oro della carta da parati.


Il piano primo è organizzato con un corridoio  illuminato dai velux , che si trova sul lato cieco, da cui si accede alle camere ed ai bagni. Nel corridoio è stata realizzata una grande parete attrezzata che permette di sfruttarne tutta la lunghezza con l'alternarsi di grandi armadi e di librerie.

Dove c'è lo sbarco della scala ho previsto la realizzazione di una lunga nicchia dorata che si incastra nella parete attrezzata e crea continuità tra l'armadiatura e la parete che scende al piano terra, illuminata da una fascia led inserita nel corrimano bianco.


Per la camera matrimoniale è stata progettata una ampia cabina armadio: una composizione di nicchie irregolari cra un gioco di vuoti e di pieni valorizzato dall'inserimento di tagli di luce nel cartongesso.


Ciascuna camera ha un bagno che è stato personalizzato.

La camera matrimoniale ha un bagno con un elegante rivestimento in onice, che avvolge la grande doccia, ed una lunga mensola in legno e doppio lavabo in appoggio.

Per i ragazzi ho pensato ad accostare dei rivestimenti in gres effetto cemento, a delle superfici con formati di piccole dimensioni: delle lacche azzurre nel bagno con la doccia ed un prezioso rivestimento in cubetti sfaccettati effetto marmo per il bagno con la vasca.


I lavori sono ancora in fase di esecuzione : pubblico i render con alcune foto del work in progress.

interior_design_arredamento_interni.jpg
Interiors in Padua:  a modern style home . An open space with a neutral colors palette, light and a wooden details.
Interior design by Alessandra Meacci.
www.alemeacci-design.com
scale_pareti_interni_arredo.jpg
Interiors in Padua : a modern style home.
Stairs design : wood and withe colors palette, with a gold touch.
Interior design by Alessandra Meacci.
www.alemeacci-design.com
  • Facebook - Black Circle
  • Twitter - Black Circle
  • Google+ - Black Circle
  • YouTube - Black Circle
  • Pinterest - Black Circle
  • Instagram - Black Circle

email : meacci.ale@gmail.com  ;  phone : 0039 3404983510

alessandra meacci  architetto | interior designer | designer          sede : via ghislandi 16/a, abano  terme,  padova            p . i v a   04269740280